Ultime recensioni

mercoledì 4 maggio 2016

Inevitabile di Angela Graham Recensione

Buon mercoledì cari lettori! Inevitabile è un romanzo pubblicato da Leggereditore, scritto da Angela Graham, che mi aveva subito attratto per cover e titolo. La lettura non mi ha deluso, nonostante la storia non sia originale. E' certamente qualcosa di già letto ma lo stile dell'autrice e la sua volontà di concentrare tutto sulle emozioni e sulle sensazioni ha avvalorato il romanzo, rendendolo assolutamente piacevole.



Titolo: Inevitabile
Autore: Angela Graham
Editore: Leggereditore
Pagine: 315
Genere: Romance
Prezzo: 14,90 Ebook 4,99
Uscita: Febbraio 2016

TRAMA


La ventiduenne Cassandra Clarke ha appena ultimato gli studi al college. Si è da poco lasciata alle spalle una relazione finita bruscamente e ora desidera soltanto una vita solitaria e non ha alcuna intenzione di rincorrere un nuovo amore. Ma quando la casa accanto alla sua viene venduta, Cassandra è travolta da un’attrazione inattesa per il nuovo vicino, Logan West. Bello e affascinante, Logan è un padre single con la reputazione da playboy. Attraverso i racconti del piccolo Oliver, il figlio di Logan che si rifugia appena può nella casa sull’albero in cui Cassandra giocava da bambina, la ragazza scoprirà gli aspetti più veri e nascosti del carattere dell’uomo. Nonostante la consapevolezza che una nuova storia d’amore potrebbe trasformarsi in un’altra delusione, quelle rivelazioni innocenti spingono Cassandra a rimettersi in gioco, per scoprire se Logan le saprà dare ciò che più desidera: l’amore.

















Inevitabile è un romanzo che racconta una storia sicuramente non originale, della quale abbiamo già sentito parlare ma che qui viene avvalorata dallo stile dell’autrice e dalla sua capacità di rendere palpabili e assolutamente reali le emozioni e i sentimenti messi in gioco. 
La storia del padre single e per giunta anche playboy, bello ed affascinante, provocante e sexy che si lega alla dolce e tenera vicina di casa, una giovane di 22 anni che è fuggita dalla propria città per rifugiarsi lontano nel tentativo di dimenticare l’ultima delusione d’amore, è qualcosa che, senza girarci intorno, abbiamo già letto e sentito un milione di volte. 
Quindi non starò qui a raccontarvi di questo romanzo come di una storia straordinaria o eccezionalmente originale ma vi dirò semplicemente ciò che riesce a trasmettere, perché poi è quello che conta di più alla fine. 
Logan è il proprietario della casa accanto a quella di Cassandra. Un uomo con un figlio piccolo, di soli quattro anni, di nome Oliver, incapace di legarsi a qualcuno e con l’unico scopo di vivere relazioni assolutamente sessuali, senza alcun impegno. La motivazione di questa scelta risiede nelle ferite del passato e soprattutto nella presenza del figlio, al quale vuole dedicare tutta la sua attenzione ma soprattutto il suo amore, senza doverlo dividere con nessuna donna che possa presenziare stabilmente nella sua vita. 
Ecco perché Cassandra rimane alquanto esterefatta di fronte a questo strano ma fascinoso personaggio. Egli è spigliato, entusiasmante, divertente e anche simpatico ma soprattutto bello da morire, con i suoi occhi verdi che ogni volta le sembrano penetrare l’anima, eppure c’è qualcosa che decisamente non va. Ogni mattina dalla sua casa esce una donna diversa a dimostrazione del fatto che per lui il legame con l’essere femminile si riduce al tempo di una notte senza mai andare oltre. Cassandra, decisa a non impegnarsi con nessun uomo, essendo rimasta scottata dalla storia precedente nella quale ha subito un vero e proprio tradimento dal suo ex che l’ha completamente distrutta, vedendo tutto questo, nonostante sia cosciente del fascino di Logan, non può e non deve desiderarlo perché un tipo del genere è tragicamente da evitare.
Volevo solo che la terra si aprisse e mi ingoiasse tutta intera. Mi costrinsi a credere che l’uomo del mistero non avesse ancora toccato l’asfalto dietro di me, quando la cosa era avvenuta. Non riuscivo a sopportare il pensiero di lui che stava a guardare mentre mi sistemavo i pantaloncini incastrati tra le natiche.
Evitare, appunto. Fatto sta che tutto, con il passare del tempo, confermerà l’impossibilità di questa parola, evitare, trasformandola nel suo esatto opposto: inevitabile. 
Logan la provoca, la seduce, cerca di affascinarla con tutte le armi che ha a disposizione e in suo aiuto, seppur inconsapevolmente, giunge Oliver che stabilisce un legame molto forte con Cassandra, rivelando, attraverso i suoi occhi da bambino, lati del carattere del padre che non si vedono e che la donna non poteva neanche lontanamente immaginare. 
Così tra alti e bassi, incontri molto ravvicinati e decisioni prese allo stremo delle forze e della sopportazione, i due decidono di non andare oltre, evitando, appunto, per non rovinare il loro rapporto di amicizia. 
Insomma, c’è molta psicologia dei personaggi. L’autrice con stile fluido e molto semplice, senza troppi intoppi e raccontando principalmente di emozioni, di quelle forti, che si sentono direttamente nella pancia, si sofferma molto sul lato mentale dei due protagonisti e soprattutto sull’attrazione che intercorre tra i due. 
Crollai addosso alla porta e piegai la testa all’indietro mentre inspiravo profondamente. Stavo andando a fuoco; sapevo che solo due cose potevano essere d’aiuto e cedere a Logan era fuori discussione. 
Un’attrazione fisica che è pura chimica. Fin dal loro primo incontro, sembra in continua evoluzione, e nonostante le loro parole e le altrettante buone intenzioni, nonostante le difficoltà e i dati evidenti, è sempre più difficile mantenerla sotto controllo. 
La più brava è Cassandra che cerca in tutti i modi di resistere. Ma fino a quando? 
Inevitabile è un romanzo che mi aveva colpito sin dalla cover e dal titolo, in modo sicuramente positivo. Ho avuto conferma leggendolo e appassionandomi alla storia perché certamente piena di sensazioni capaci di arrivarti addosso e di restarci per un bel po’. 
Cassandra e Logan sono descritti in modo semplice ma arguto, le loro sfaccettature, anche quelle più contrastanti vengono fuori nei momenti giusti, permettendo al lettore di comprendere i loro comportamenti e le loro scelte. 

Logan è contrasto allo stato puro. E’ impossibile non subire il suo fascino e apprezzare il suo modo di prendersi cura del figlio e di metterlo al di sopra di tutto. Ed è apprezzabile anche la sua intenzione benevola di tenere Cassandra fuori dal suo giro di donne da una notte, però in altre occasioni si comporta in modo davvero ambiguo e contrastante. Del resto è proprio questo il suo personaggio, non è semplice ma complicato e sarà proprio quella complicazione insita in lui a portarlo a compiere un grave errore. 
Cassandra è dolce e paziente, generosa ma anche forte ed in grado di opporsi all’attrazione verso Logan e anche ai suoi atteggiamenti più arditi. Purtroppo per lei sembra una lotta persa in partenza e proprio per questo il lettore si sente comprensivamente vicino al suo personaggio, a livello empatico. 
Inevitabile è un romanzo che parla d’amore ma anche di difficoltà nella costruzione di una relazione che possa essere protetta da tutti gli errori, quelli futuri ma soprattutto quelli passati. Una storia che insegna a mettersi in gioco, senza mai abbassare la testa ma lottando fino a quando c’è il coraggio e la voglia di crederci. Sicuramente protagonista incontrastata è la passione, la passione per la vita, per l’amore, per lo scambio dei sentimenti e soprattutto delle emozioni che sono raccontate in modo così vivido e coinvolgente da essere, appunto, inevitabili.

10 commenti:

  1. come sempre mi hai fatto venire voglia di leggere anche questo libro grazie

    RispondiElimina
  2. Sinceramente non ho mai letto nulla di questa autrice, ora la cerchero' in libreria. La storia non sara' originale, ma se il modo di scrivere merita, sara' certamente una piacevole lettura. Grazie del consiglio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Parole sante! E' proprio questo quello che ho cercato di spiegare nella recensione! ^__^

      Elimina
  3. Grazie del consiglio , mia mamma ama leggere romanzi quindi mi hai dato un idea per la festa della mamma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ne sono felicissima! Adoro regalare libri! :-)

      Elimina
  4. Conosco e adoro questo romanzo..l'avrò letto almeno 5 volte e non mi stanco mai..mi ha appassionato moltissimo!

    RispondiElimina
  5. Grazie per avermi consigliato questo libro quasi quasi prossimamente lo acquisto!!!

    RispondiElimina