Ultime recensioni

giovedì 2 maggio 2024

Recensione: THE EXTRAORDINARIES di TJ Klune

Buongiorno! Grazie alla collaborazione con la casa editrice Mondadori, oggi vi parlo di The extraordinaries di TJ Klune.

THE extraordinaries

di TJ Klune
Editore: Mondadori
Pagine: 468
GENERE: Fantasy Young Adult/LGBTQ++
Prezzo: 10,99€ - 20,00
Formato: eBook - Cartaceo
Data d'uscita: 2024
LINK D'ACQUISTO: ❤︎
VOTO: 🌟🌟🌟🌟 

Trama:
Nick Bell non ha niente di straordinario. Ma essere il più popolare autore di fanfiction nella comunità di appassionati degli Straordinari è già qualcosa. Mentre eroi mascherati dotati di superpoteri danno prova di grande coraggio tra i cieli e nei bassifondi della città, Nick si accontenta di inventare storie sulle loro imprese eroiche e romantiche, che poi pubblica devotamente sul web invece di finire i compiti. Questo, almeno, fino a quando non incontra il più forte tra i suoi idoli, Shadow Star: scrivere di supereroi non gli basta più, ora vuole essere uno di loro. Decide quindi di diventare anche lui qualcosa di più. Qualcosa di straordinario. Inizia così questa storia pazzesca: una vicenda piena di avventure, emozionanti colpi di scena, amore queer e irresistibile umorismo, che parla di un ragazzo con deficit di attenzione e de gli eroi che adora.

RECENSIONE

The extraordinaries  di TJ Klune è un Fantasy Young Adult di un autore che scrive storie sempre incredibilmente dolci, ma senza essere smielate. In questo libro si è cimentato nel raccontare di supereroi. Niente di più banale e commerciale, direte voi. E lo capisco. Ma nulla può essere creato in modo che sia totalmente originale, concordate con me? Insomma, c’è sempre qualcuno o qualcosa a cui un autore inevitabilmente si ispira per scrivere la sua di storia. E il cinema è pieno di storie, soprattutto negli ultimi anni, che raccontano di eroi che hanno super poteri, che difendono il mondo e che, spesso, dimenticano di proteggere se stessi. 

Insomma, ne abbiamo viste di tutti i colori. Proprio ultimamente è uscito al cinema Madame Web, non l’ho visto, ma so, da un mormorio generale, che è stato un vero flop. Questo è un campanello d’allarme, può voler dire soltanto una cosa: non basta seguire un filone vincente, (che poi vincente ha anche un po’ stancato, voglio dire, quanti anni sono che i registi di ogni genere non fanno altro che proporci eroi e famiglia?). A una certa, tutto questo stanca anche, e il pubblico, NOI, non siamo degli stupidi; sappiamo renderci conto quando un prodotto è davvero valido oppure quando è stato realizzato per un mero uso commerciale, senza rispetto e senza cognizione di causa. 
Ecco, ora mettete da parte questo discorso perché non c’entra nulla con Klune e con il suo romanzo. 

Nick Ã¨ un ragazzo che vive da solo con il padre dopo che la madre è morta. Ha un problema: soffre del disturbo di deficit dell’attenzione e invece di studiare, passa la maggior parte del suo tempo a inventare storie sui suoi supereroi preferiti. In particolare adora fantasticare su Shadow Star. Ãˆ l’eroe che adora e vorrebbe tanto incontrarlo. Il rapporto tra Nick e suo padre è quasi sempre teso. Il ragazzo non è facile da gestire; prova dolore e senso di abbandono per la morte prematura della madre e il padre, spesso, non sa come prenderlo. Nick non è considerato uno studente eccellente; i suoi amici spesso lo prendono in giro perché non presta attenzione alle cose che fa e a quello che dice e prende sempre decisioni avventate o sbagliate. 

Nonostante ciò, accade qualcosa che gli ribalta completamente la vita. Un giorno, viene salvato da una rapina proprio da Shadow Star, il suo idolo! Da allora decide di smettere di essere una persona normale, e quindi ordinaria, e di somigliare in tutto e per tutto ai suoi eroi diventando straordinario. Nick è un personaggio a cui è facile affezionarsi. Ha un carattere dolce, disponibile ed è sempre preso in giro da tutti ed è proprio lui che rende l’atmosfera del romanzo molto divertente. Si ride alle sue battute e ci si chiede come faccia, a volte, a prendere delle decisioni così assurde. Tutti sanno che è un po’ fuori di testa o che non ci sta tanto con la testa, ma lo amano proprio per questo. Ciò che lo rende uno di noi sono le sue paure, il suo costante senso di inadeguatezza, il rapporto con il padre che è sempre altalenante, insomma la sua disarmante umanità. 

So che state pensando che ne avete abbastanza di eroi, ma il romanzo non parla solo di questo. Un autore come Klune che ha sempre scritto romanzi queer in cui l’amicizia e l’amore sono al centro di tutto, ha creato una storia dove i poteri non sono l’unico elemento di spicco. Al contrario ciò che rende profondo e intenso questo romanzo sono i personaggi, sia principali che secondari, le loro debolezze, timori, speranze e desideri. Non è importante, dunque, quanto una storia sia originale, ma il modo in cui viene scritta e Klune è un maestro in questo. Riesce sempre a convincerti che ciò che scrive sia la cosa migliore che tu possa leggere su quell’argomento, e i suoi protagonisti ti convincono perché empatizzi con loro con naturalezza.

In più di un’occasione sorridiamo davanti alle scelte di Nick che ci appaiono stupide e insensate. Ma non tutti gli esseri umani sono straordinari, ci sono semplicemente quelli un po’ strani e basta e Nick è uno di questi. Un compagno di giochi e d’avventura che non si tira mai indietro, che non teme di mostrare le sue difficoltà e che cerca un posto nel mondo con tutto il suo bagaglio di difficoltà proprio come gli altri. Nick è la forza di questa storia e a dispetto dei tanti eroi che la popolano con i loro super poteri, è proprio lui, un ragazzo normale a rendere tutto straordinario. 

I rapporti di amicizia e di amore sono sempre il fiore all’occhiello delle storie di Klune; mai esagerate, sempre deliziose e coinvolgenti. I rapporti umani sono realistici e c’è tanta autoironia diretta ai supereroi che rendono la lettura ancora più divertente. Insomma, Klune dimostra di avere grande spirito e di giocare persino con ciò che lui stesso crea mettendone in evidenza punti di forza e di debolezza. L’ennesima dimostrazione della sua forza narrativa. 

The extraordinaries non è un libro per cui vi strapperete i capelli, forse, ma è una bella storia di amicizia e di amore, con uno sfondo fantasy che dimostra come anche le persone meno probabili, sono quelle che possono cambiare qualcosa. 
In qualunque momento. 
E a dispetto di tutto. 
Come dire… tutti possiamo essere straordinari, o semplicemente strani.

Nessun commento:

Posta un commento