Ultime recensioni

sabato 25 giugno 2016

Sarò come mi vuoi di Greta Simeone Recensione + Intervista!


Buon sabato cari lettori! Grazie alla Corbaccio ho letto Sarò come mi vuoi di Greta Simeone, un romanzo ironico, divertente e anche sensuale! Ho avuto anche la possibilità di intervistare l’autrice, dunque non perdetevi recensione ed intervista perché questo romanzo può essere una lettura molto piacevole ed intrigante proprio per l’estate!


Titolo: Sarò come mi vuoi
Autore: Greta Simeone
Editore: Corbaccio
Genere: Romanzo
Pagine: 288
Prezzo: 16,00
Uscita: 2016
Link acquisto 


TRAMA


A Gina sta andando tutto storto: sola da un po’, ora ha anche perso il lavoro. Risponde ad annunci di tutti i tipi, per paura di dover rinunciare alla propria casa e tornare a vivere dai suoi, che sono freddi come l’inverno, anche se ormai si è convinta che non l’assumerà nessuno. Troppa la concorrenza, con la crisi che c’è, e lei non brilla in niente. Una sera però arriva, a sorpresa, una telefonata. A chiamarla è Paolo, socio in una catena di sexy shop, che cerca una venditrice a domicilio, e con cui aveva avuto un colloquio poche ore prima. Lei era certa di aver fatto una pessima figura, ma secondo Paolo ha le carte in regola per riuscire. Però… però dovrà rifarsi il look, acquisire le giuste competenze, seguire tutte le sue indicazioni, affidarsi a lui senza remore: è disponibile? Gina accetta con riluttanza l’unica proposta ricevuta. Presto, inaspettatamente, le si aprirà un mondo nuovo: sotto la guida di Paolo imparerà molto su se stessa e sulle sue capacità. Troverà l’amore, perderà le sue inibizioni. Fino a quando ogni sua certezza sarà spazzata via da una terribile scoperta.


















Sarò come mi vuoi è un romanzo dalla cover davvero elegante e sofisticata, e all’interno contiene una storia accattivante ed intrigante con una buona dose di ironia e di sorrisi. Gina Tocco, il nome della protagonista, è una donna senza pretese, che non si prepara, che non sa cosa significhi farsi bella per un uomo o essere accattivante al fine di conquistarlo. Abbastanza abbandonata a se stessa, non conosce alcun tipo di artifizio per rendersi più bella, non usa trucco né parrucco ed è la classica donna dall’aspetto insignificante, in altre parole insipido. E’ alla costante ricerca di un lavoro e quando entrerà per un colloquio nell’ufficio di due uomini all’apparenza tranquilli e beati, non sa che sarà proprio uno di essi a cambiare il suo destino.
Doveva trovarsi un lavoro e doveva farlo alla svelta, di conseguenza era disposta ad accettare qualsiasi impiego, compreso quello che comportava vendere cose zozze, come le chiamava tra sé e sé.
Paolo è uno dei due soci che insieme a Giovanni accoglie Gina nella sua azienda. Il colloquio riguarda la possibilità di diventare una venditrice porta a porta di sexy toys e a voi sembra, dopo la descrizione accurata che vi ho fatto, che la nostra Gina potrebbe essere adatta per questo tipo di impiego? Ma no, of course! E infatti i due malandrini si guardano con occhi divertiti e trattengono a stento più di una risata. Eppure il caso vuole che quell’incontro sia solo l’inizio di una strana e improbabile liason. Infatti Paolo, con fare spregiudicato ed arrogante, decide di fare una scommessa con Giovanni, promettendo all’amico che in pochi mesi, riuscirà a trasformare Gina nella venditrice perfetta. Per avere cosa in cambio? Una cena in uno dei ristoranti più famosi e ricercati.
Sentirsi chiamare per nome la sconvolse ancora di più di tutto il resto: ce l’aveva proprio con lei, quindi. Aveva telefonato proprio a lei. Era lei quella che gli aveva fatto una buona impressione, vai a capire perché.
La povera malcapitata non sa cosa i due uomini stanno tramando alle sue spalle e con un pizzico di coraggio trovato chissà dove, decide di lanciarsi in questa avventura che la cambierà dalla testa ai piedi.
In questo percorso di cambiamento ma anche di crescita verrà affiancata da Silvana, un personaggio dinamico e generoso, che veste i panni della segretaria dei due soci, che si affezionerà subito a Gina, prendendosene a suo modo cura. Il cambiamento della donna avverrà attraverso più stadi, a cominciare dalla fisicità che deve essere messa a posto sotto tutti i punti di vista, per poi passare al carattere che dovrà essere affinato e migliorato.

Insomma fare la venditrice di sexy toys non è un gioco da ragazzi e Gina deve davvero rivoluzionare se stessa eppure questa rivoluzione non lascerà i suoi partecipanti in salvo, ma anzi, ci saranno grandi ed importanti conseguenze.
Intanto la protagonista potrà contare su Silvana e sull’amica Patty, un vulcano di idee e di simpatia ma anche su Paolo che senza rendersi conto, scoprirà che per una innocua scommessa, sta creando la donna perfetta per la sua vita.

Infatti lui e Gina si ritroveranno fin troppo spesso più vicini di quanto immaginano e nessuno dei due potrà ritenersi al riparo dal richiamo della passione.
Gina non era solo creta sotto le sue mani. Gli stava permettendo di fare di lei quello che voleva ma avrebbe anche potuto rivoltarglisi contro, prima o poi, se avesse tirato troppo la corda.  Oppure le regole del gioco stavano rapidamente cambiando perché lei, invece, iniziava a stargli bene.
Greta Simeone è lo pseudonimo di un’autrice che ha scritto un romanzo dal profumo estivo ed invitante. Lo stile è leggerlo, fresco, capace di ammaliare con ironia ma anche di intrattenere con scene piccanti e molto sensuali. Non c’è alcun tipo di volgarità ma tutto è dosato nella giusta misura e vissuto con eguale partecipazione da chi legge. Piccole e dolci sorprese in grado di meravigliare e di non far perdere mai al lettore la sua curiosità.


Sarò come mi vuoi è una storia sulla trasformazione, sulle emotività di una donna che si ritrova a superare molti ostacoli pur di raggiungere il suo obiettivo ma anche sulle bugie e sugli inganni. Una lettura che è molto di più di quanto può lasciare intuire dalla trama e dalla copertina, e che va letta e gustata piano piano per cogliere tutte le sfumature e le particolarità contenute in essa.




Salve Greta, grazie di aver accettato questa intervista e benvenuta!


1 - Cosa significa per lei scrivere e quando ha iniziato seriamente a farlo?

Da molti anni. Ho iniziato a leggere, tanto, presto: i libri erano la mia fuga e la mia consolazione. Poi, al liceo, mi sono resa conto che scrivere poteva essere la chiave per una vita avventurosa. Allora pensavo di diventare una grande inviata di guerra, ora lavoro per lo più nel salotto di casa mia, ma comunque lo faccio con le parole, ed è già una gran cosa.

2 - Greta Simeone è uno pseudonimo. Ci racconti i motivi di questa scelta.

Scrivendo solitamente altro, di concerto con la casa editrice abbiamo deciso di differenziare i piani.

3 - Cosa rappresenta per lei questo romanzo? Perché lo ha scritto?

L’idea mi è venuta quando un’amica mi ha parlato delle vendite a domicilio di sex toy. La storia ha iniziato a frullarmi in testa, ma non ero abbastanza motivata per sedermi e scriverla. Poi ho incontrato un uomo, che per me è stato molto importante: vivendo lontani, ci scrivevamo molto, e ho iniziato a mandargli un capitolo per volta. Lui si divertiva, io mi caricavo.
Per questo motivo ho sentimenti contrastanti nei confronti del libro: è mio, gli voglio bene, guai chi me lo tocca – tipo un figlio - però mi ricorda anche una gran batosta, ma proprio grossa (ho una calamita per gli uomini crudeli, ahimè.)

4 - Sarò come mi vuoi è una storia divertente, ironica, romantica e anche sexy. Il cambiamento è il centro focale del romanzo. Quanto conta nella sua vita “cambiare”?

Tanto, anche perché è la cosa più difficile da fare. Ha notato come tante persone, pur essendo in una situazione triste, a volte drammatica, rimangono dove sono, pur di non rischiare di finire peggio? Anche Gina, la protagonista, ha sempre desiderato essere un’altra, ma fino a che non si trova con le spalle al muro, lo sogna, senza mai provarci.

5 - I sentimenti sono un altro aspetto fondamentale del romanzo. I due protagonisti hanno un’idea diversa a questo proposito e lei, cosa ne pensa? E’ più giusto essere distaccati o vivere fino in fondo, rischiando anche di soffrire in modo irreparabile?

Se dovessi dare un consiglio, prenderei tutto quello che dice la Patty, la migliore amica di Gina, che sa vivere le sue storie in modo distaccato, e lo urlerei su pubblica piazza. Purtroppo, però, i sentimenti non si controllano. Se ti innamori, ti innamori, e capita di soffrire, anche in modo irreparabile. 

6 - Ci sono scrittori, storie, o fatti di sua conoscenza a cui si è ispirata per la stesura del romanzo?

Essendo una grande amante dei vecchi film, sono partita da My Fair Lady, e la scommessa fra Higgins e il suo amico Pickering di trasformare la piccola fioraia ignorante Eliza, in una gran signora.

7 - Quanto conta l’ironia e la leggerezza nella vita rispetto alla volontà di prendere sempre tutto seriamente?

Tanto. Freud diceva che l’ironia è il più eminente meccanismo di difesa. Però non è sempre facile: ci sono situazioni – una malattia, un lutto - in cui come si fa?

8 - L’amicizia come l’amore è un aspetto fondamentale nel romanzo. Cosa pensa dell’amicizia nell’esistenza di un essere umano?

Fondamentale. Avere una rete di amicizie salva da ogni disastro. Se sono amicizie solide e sincere, naturalmente.

9 - Qual è il personaggio che ama di più del suo romanzo e quello che proprio non sopporta?

Forse quello che mi piace di più Silvana: è amareggiata, ma non sconfitta. È una donna concreta, solida, di cui fidarsi, io la frequenterei nella vita vera. Il personaggio che mi piace meno probabilmente è Deborah: anche se tutti abbiamo le nostre motivazioni, non tutti abbiamo giustificazioni per come agiamo. Ogni persona ha una storia e le proprie tragedie, anche: quel che le differenzia è il modo in cui reagiscono.

10 - Quanto c’è di reale e di autobiografico nella figura della protagonista?

Di autobiografico solo le insicurezze.

11 - Perché i lettori dovrebbero leggere Sarò come mi vuoi?

Per farmi felice?


(sul sito del libro gretasimeonebooks.wix.com/gretasimeone ci sono anche dei contenuti extra)


Grazie!

4 commenti:

  1. Mi piace questo romanzo, lo vedo molto bene per l'estate. Lo cercherò in libreria!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero, Lady, perfetto per l'estate! <3

      Elimina
  2. La cover è davvero bella! È bello anche poter leggere le risposte degli autori!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche a me è piaciuta molto la cover! <3

      Elimina