Ultime recensioni

venerdì 6 novembre 2015

Nuova uscita novembre di Leone editore: La figlia del brigante di Henriette Gyland!

UNA BELLISSIMA LADRA DALLE MISTERIOSE ORIGINI
UN GIOVANE NOBILE CORAGGIOSO E TESTARDO
UNA ROMANTICA STORIA DI INTRIGHI E PASSIONE NELL’INGHILTERRA
DEL XVIII SECOLO

Leone Editore presenta


LA FIGLIA DEL BRIGANTE

di Henriette Gyland


13,90 euro - 352 pp.



Novembre 2015  vede il ritorno in libreria di un’autrice ormai familiare al pubblico italiano: Henriette Gyland, che con il suo nuovo romanzo, La figlia del brigante, intesse un impetuoso ritratto dell’Inghilterra settecentesca.

La figlia del brigante è il terzo romanzo della Gyland pubblicato in Italia da Leone Editore, che ha saputo riconoscere il valore della scrittrice fin dai tempi di A distanza ravvicinata, il romanzo con cui Gyland ha vinto il New Talent Award al Festival of Romance 2011.

TRAMA

Ambientato nell’Inghilterra del 1768, La figlia del brigante descrive il gioco di amore e odio che si instaura tra la giovane Cora Mardell, che per aiutare il padre malato si è data albrigantaggio, e i due nobiluomini Jack e Rupert Blythe.
Il coraggioso e testardo Jack, erede del titolo e del casato, prova immediata attrazione per la giovane brigantessa e accetta la proposta del cugino Rupert, malevolo e invidioso, di dare personalmente la caccia alla ladra, scommettendo cento ghinee su chi fra loro riuscirà a catturarla per primo. Ma le cose andranno in una direzione che nessuno dei personaggi poteva prevedere.
La figlia del brigante è un romanzo di sorprendente attualità nella costruzione dei suoi personaggi, divisi tra l’irresistibile calamita della passione sentimentale e l’adesione consapevole ai meccanismi che dividono rigidamente la società in classi e caste.
Con La figlia del brigante Leone Editore offre ai lettori italiani il nuovo tassello del percorso narrativo di Gyland, animato da una precisa idea ricorrente: in ogni tempo le convenzioni pubbliche possono nascondere le roventi passioni private solo fino a un punto di rottura, superato il quale tutte le strade sono aperte.

L’AUTRICE

Henriette Gyland è cresciuta in Danimarca ma si è trasferita in Inghilterra dopo la laurea. Ha scritto il suo primo libro quando aveva dieci anni. Da allora ha fatto decine di lavori diversi, finché non ha ripreso in mano la penna per scrivere A distanza ravvicinata, che ha vinto il New Talent Award al Festival of Romance nel 2011, pubblicato in Italia con Leone Editore nel gennaio 2015. La figlia del brigante è il suo terzo romanzo tradotto in italiano: in catalogo è disponibile anche The Elephant Girl (2014).

4 commenti:

  1. Risposte
    1. Sì, deve essere una storia ben costruita.

      Elimina
  2. Non mi hanno mai ispirato un granchè i romanzi scritti in epoche lontane :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo sì, è ambientato nel passato, quindi se preferisci storie più moderne, non è quello giusto! :-)

      Elimina