Ultime recensioni

martedì 16 agosto 2016

Pelle su pelle di Lucia Sammiceli Recensione + Intervista!

Buon martedì! La recensione del romanzo erotico Pelle su pelle dell'esordiente Lucia Sammiceli è la lettura che vi propongo oggi. Una storia di amicizia che lentamente si trasforma in qualcosa di molto forte e altamente emozionale, come può essere solo l'amore. 



Titolo: Pelle su pelle
Autore: Lucia Sammiceli
Editore: Aliberti
Genere: Erotico
Prezzo: eBook 9,90
Uscita: 2016
Esmeralda è una ragazza maliziosa, allegra ma soprattutto perversa, a suo modo. Nell’intimità è infinitamente fantasiosa e spinta, ama immedesimarsi in diversi ruoli sessuali e sa rendersi particolarmente provocante, mentre la bambina che è in lei fa capolino, a letto come nella vita di tutti i giorni. Luca è un play boy dannatamente pervertito, allergico alle responsabilità, pronto a tutto pur di provare l’emozione del proibito. È spavaldo, arrogante, furbo e soprattutto un bastardo senza scrupoli con ogni donna, tranne con Esmeralda, che lui reputa una sorella. Esmeralda e Luca sono cresciuti insieme e il loro legame è rimasto indissolubile nel corso degli anni così da diventare fraterno e restare privo di malizia. O almeno tale fino all’età di 21 anni, quando a causa di un “imprevisto” i due avranno un rapporto convinti che ciò non cambierà il loro legame.


















Pelle su pelle è un romanzo di amicizia, di un sentimento molto forte che lega due persone che sono cresciute insieme e che ne hanno passate di tutti i colori. Esmeralda e Luca sono inseparabili, sono due amici legati da un rapporto che a parole è molto difficile da descrivere. I loro sentimenti sono assolutamente genuini e sinceri l’uno verso l’altra. Non ci sono segreti tra loro, non esistono tradimenti né bugie. Mai e poi mai uno dei due ha ferito l’altro, anzi, entrambi esistono per curare i mali dell'amico o dell'amica ma non per procurarli.

Un’idea assolutamente genuina, rispettabile, alquanto pura e dotata dei più ineguagliabili buoni propositi che tutti e due cercano di rispettare sempre e fino in fondo.
Ma non sempre le cose vanno come immaginiamo e a volte senza nemmeno accorgercene e soprattutto senza volerlo, le carte in tavola cambiano senza un minimo di preavviso. Un colpo di vento improvviso e i segreti più reconditi, quelli nascosti negli abissi dell’animo cominciano a spuntare, ancora intimoriti ma affamati, sconcertanti divoratori di desideri e verità.
Devo farmi passare quest’attrazione malsana…. Ho visto tante di quelle volte il suo torace nudo che ormai lo conosco a memoria ma non mi aveva mai fatto un effetto così eccitante, non voglio rischiare di complicare le cose con lui… non posso rischiare di perderlo!
Una verità terribile nella sua ineluttabile esistenza: la passione che prima non esisteva tra i due, scoppia inondando le loro menti e i loro corpi senza un motivo logico, senza comprensione ma soprattutto senza accettazione.
Luca è un playboy, uno di quei ragazzi che amano fare sesso senza alcun impegno. Uno di quelli che si portano a letto una ragazza, non più di una volta e il giorno dopo non ricordano nemmeno il loro nome.
Luca è innamorato del sesso, è un amante attento e passionale. Ha il fuoco che gli scorre nelle vene ma è anche un gran bastardo perché non vuole impegni, non vuole cose serie e anche quando sembra che stia con una ragazza, in realtà è solo per perdere tempo.

Il suo corpo reclama il sesso e se lo conquista passando da una donna ad un’altra ma la sua mente non rimane catturata da nulla, da niente che possa anche soltanto lontanamente somigliare all’amore.
Esmeralda è una ragazza all’apparenza normale. Un fisico prorompente, un carattere tutto pepe e tanta fantasia, soprattutto a letto. Ciò che la diverte maggiormente è sperimentare tanti giochi e i relativi ruoli durante i suoi incontri amorosi, fingendosi una volta un’infermiera, un’altra una studentessa e così via, instaurando con il proprio partner non solo un incontro di solo sesso, puro e semplice, ma anche di nuovi modi per provare piacere e godimento. Insomma, una ragazza che sicuramente sa il fatto suo e che sa soprattutto come far impazzire un uomo sotto tutti i punti di vista.
Fingo di non accorgermene ma ho l’istinto di provocarlo… devo smetterla!
Luca e Esmeralda condividono tutto nella loro amicizia e non si sono mai guardati o pensati in modo malizioso fino a quando, una sera come un’altra, Luca le chiede di partecipare ad una gara con lui. Devono fare l’amore in spiaggia davanti ad altre persone per gareggiare e vincere un premio. Esmeralda all’inizio è titubante ma poi accetta, pensando che vivere una situazione mai accaduta prima, con tanta intimità, non possa comunque ledere il loro rapporto di amicizia e di fratellanza.
Adoro Luca ma è proibito per me, non bisogna mai mischiare amicizia e sesso…
Grave errore che pagherà in prima persona perché sarà proprio lei a mostrare nei giorni a seguire i primi cedimenti dopo quell’unico momento di sesso condiviso che ha permesso ad entrambi di scoprire altri lati che non conoscevano. Esmeralda comincia ad essere gelosa e a desiderarlo in un modo diverso. Anche quando lo guarda si sorprende di se stessa perché sa che non dovrebbe provare desiderio per quello che fino a poco prima ha considerato un fratello, ma il suo corpo scolpito e i suoi occhi voraci di vero predatore, non la lasciano in pace e sente un desiderio perverso ed ardito crescerle dentro.
Voglio essere tua per una notte, lo incito, mentre dentro ma tempo le conseguenze…
Anche Luca non è immune dalla passione e da una selvaggia gelosia. Comincia a metterle i bastoni tra le ruote con qualsiasi ragazzo e a guardarla in un modo che accenderebbe chiunque.
Il rapporto tra i due, un tempo genuino e sincero, si trasforma in una vera  e propria lotta in nome di una resistenza che effettivamente fa acqua da tutte le parti.

E saranno innumerevoli i cedimenti e saranno tante le porte sbattute in faccia, i rimpianti, i rimorsi e le scelte sbagliate. Altre donne, altri uomini sul loro cammino, ma l’amore non intende arrendersi.
Siamo noi, i miei segreti sono i tuoi e viceversa.
Lucia Sammiceli scrive una storia molto diretta, familiare, piena di emozioni, di sensualità, di ardore. Un omaggio alle amicizie più grandi e forti anche quando si trasformano inaspettatamente in qualcos’altro.
Il legame di passione e di sesso è incandescente. Lo stile non è privo di numerosi errori, ma nel complesso riesce a coinvolgere e a permettere al lettore di appassionarsi. La storia di Esmeralda e Luca parla direttamente alla parte più emozionale del lettore, a quella con meno filtri e più propensa a lasciarsi andare e a godere a pieno di tali rivelazioni.
La mia fantasia unita alla sua perversione, crea qualcosa di indescrivibilmente erotico e fantastico.
Le sensazioni non sono mascherate, né edulcorate, la visione è elementare, nasce direttamente dai moti dell’animo e del cuore. Pelle su pelle si nutre del fuoco più genuino che alberga dentro l’essere umano, senza alcun abbellimento, sfrontato e sublime, sporco e malandato, così come i più eclatanti contrasti della vita. L’amore e la passione sono scarnificati, sono ridotti all’osso, spogliati, nudi e sfrontati nella loro cupa bellezza.
La lettura si mantiene sempre su livelli alti di attenzione e credibilità, pur cedendo forse in lunghezza e in ripetizioni varie.

Forse se il romanzo fosse sfoltito, acquisterebbe ancora più interesse e magia. In alcuni momenti è molto crudo, fatto di solo sesso e godimento ma questa visione così ancestrale e viscerale della vita, non disturba, anzi, coglie il vero senso dell’intera storia.

Esmeralda e Luca sono due protagonisti veri e sentiti, scoppiettanti e tuonanti, non si tirano indietro davanti alle meraviglie dell’esistenza ma soprattutto ai rischi, seppur le conseguenze possano essere terribili. Sono entrambi coraggiosi a loro modo, sono irruenti, selvatici e indomabili.
Sono creature nate dalla penna di un’autrice che crede nell’amore e nella forza delle emozioni. Il romanzo ne è permeato, saturo, modellato sulle sensazioni più carnali e palpitanti. Difficile non esserne sfiorati, toccati, agguantati. Difficile non rimanere affascinati da tale impetuosa voluttà.



Salve Lucia, grazie di aver accettato questa intervista e benvenuta!

1 - Cosa significa per lei scrivere e quando ha iniziato seriamente a farlo?

Per me scrivere significa poter vivere una vita diversa da quella che vivo,  da sempre  scrivo per me stessa  ma non avevo mai “creato” un romanzo prima d’ora.

2 - Cosa rappresenta per lei questo romanzo? Perché lo ha scritto?

Pelle su pelle rappresenta la vita che vorrei, l’ho scritto per evadere dalla realtà.

3 – Pelle su pelle racconta la storia di grande amicizia e poi di amore tra due ragazzi che sono cresciuti in simbiosi. Il loro rapporto è complesso e complicato. Cosa pensa dell’amicizia e dell’amore nella vita?

L’amicizia è fondamentale così come l’amore, sono i valori più importanti.

4 – Perché ha deciso di scrivere un erotico? E cosa pensa della grande quantità di romanzi pubblicati appartenenti a questo genere narrativo?

Ovviamente i gusti sono soggettivi. Per me l’erotico è il genere di romanzo che riesce a suscitare le emozioni più forti. Ti porta dritto al cuore dei personaggi perché lascia trapelare anche la loro parte più intima, solo così riesci a capirli e conoscerli fino in fondo.
In realtà non ho scelto di scrivere un erotico, ma ho solo assecondato la mia forte fantasia mentre scrivevo. Diciamo che lo è diventato lungo il tragitto.

5 – Cosa pensa del selfpublishing e della pubblicazione con una Casa Editrice?

Sicuramente avere una Casa Editrice che è disposta a credere in te e che ti guida lungo la strada è la cosa migliore. Nel mio caso mi ritengo fortunata ad essere stata accolta da una casa editrice quale la Compagnia Editoriale Aliberti, che è sempre presente, disponibile e gentile con me. Confido molto in loro e nella loro esperienza.

 6 – A cosa si è ispirata per scrivere la storia di Luca e Esmeralda?

A nulla! In realtà non avevo una storia precisa in mente. Ho comprato un quaderno ed ho iniziato a scrivere, le parole, le frasi, le scene venivano da se. La trama si è snocciolata da sola come se la penna avesse una vita propria.

7 - Qual è il personaggio che ama di più del suo romanzo e quello che proprio non sopporta?

Sebbene la mia preferita resta Esmeralda perché in lei ho trasferito parti di me e della mia personalità, tutti i personaggi del mio libro “sono figli miei” li ho caratterizzati come volevo dando anche ai negativi una funzionalità nella storia.

8 - Di che colore è il suo romanzo e se dovessi associarlo ad un odore, quale sarebbe?

Senz’altro il colore che potrei abbinare al mio romanzo è il rosso della passione, per l’odore invece credo che sia un qualcosa di misto tra il dolce ed il piccante..forse come la cioccolata al peperoncino!

9 - Quali emozioni prova mentre scrive?

Mentre scrivo do libero arbitrio alla mia forte immaginazione e mi sento libera. Mi sembra di vivere realmente le scene che scrivo quindi le emozioni cambiano di conseguenza, felicità, serenità, turbamento, tristezza, commozione e quant’altro.

10 – Chi è Lucia Sammiceli nella vita di tutti i giorni?

Nella vita reale sono una comune ragazza con i miei problemi, le mie preoccupazioni ed miei sogni.

11 – Perché i lettori dovrebbero leggere Pelle su pelle?

Innanzitutto Esmeralda non è la solita ragazza “ingenua, innocente o inesperta” e Luca non è il classico ragazzo tormentato dal suo passato. È una storia fresca e frizzante dove i protagonisti sono ragazzi comuni. Non è solo molto erotico ma contiene una storia che si evolve e cambia. Sa far ridere, commuovere, piangere e soprattutto emozionare e sorprendere, nonostante tutto riesce ad essere pieno di romanticismo e dolcezza. Il racconto è davvero coinvolgente e sa trasportarti in lui e nella bellezza della sua storia.


2 commenti:

  1. L'idea sarebbe anche carina, ma gli errori a cui hai fatto riferimento non mi fanno ben sperare:(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so, cara Virginia, ma la storia è molto carina. :-)

      Elimina