Ultime recensioni

giovedì 21 luglio 2016

2055 False Hearts di Laura Lam Recensione

Buongiorno! Grazie alla Fanucci ho letto un distopico davvero sorprendente, nel quale è possibile trovare anche aspetti da vero thriller. 2055 False Hearts di Laura Lam è un romanzo originale ambientato in una San Francisco assolutamente stravolta e nel quale oltre ad esserci l'amore fraterno, gli intrighi e numerosi segreti da svelare, c'è tanta tecnologia che ci dà la possibilità di guardare verso il futuro, quello che ci riguarda tutti. Una storia avvincente che lascia ampio spazio ad un elemento che adoro: i sogni.



Titolo: 2055 False Hearts
Autore: Laura Lam
Editore: Fanucci
Genere: Romanzo Distopico/Thriller
Pagine: 344
Prezzo: 14,90 eBook 4,99
Uscita: 2016
Cresciute all’interno della rigida comunità di Mana’s Hearth, le sorelle siamesi Taema e Tila sognano una vita al di fuori della foresta di sequoie che le nasconde dal mondo. Il cuore che condividono ha iniziato a dare i primi segni di cedimento e se vogliono sopravvivere non hanno altra scelta che raggiungere l’altro lato della baia, dove le attende una San Francisco sconosciuta, sconvolta dal terremoto del 2055, e dove verranno separate chirurgicamente. Una notte di dieci anni dopo, Tila viene arrestata davanti alla sua casa. È fuori di sé, coperta di sangue. Su di lei pende un’accusa di omicidio, il primo in città da decenni. È sospettata di essere coinvolta nella Ratel, una potente organizzazione criminale, e di aver agito sotto gli effetti dello Zeal, un farmaco che può spingere le menti più violente e deviate a compiere i propri desideri più violenti e terrificanti. Taema sa che se vuole salvare sua sorella e sé stessa non ha altra scelta che immergersi negli anfratti più oscuri della città alla ricerca della di ciò che, indecifrabile e torvo, lega il presente al loro difficile passato, rendendo indissolubili i loro destini.
















2055 False Hearts è un romanzo distopico molto originale e che abbraccia una molteplicità di argomenti molto vicini alla nostra quotidianità e al nostro futuro. Una storia, quella di due protagoniste femminili, Tila e Taema che fin dalle prime battute appare carica di sorprese e di una buona dose di mistero. Non è soltanto un distopico ma anche un thriller molto interessante che riesce ad intersecare in modo fruttuoso ed appassionante sia l’aspetto futuristico sia quello misterioso.

L’ambientazione è una San Francisco assolutamente irriconoscibile, lanciata nel futuro, e distrutta e poi rinata dopo il terribile terremoto del 2055. La città rappresenta il luogo verso cui si muovono le due gemelle siamesi, nate con un unico cuore, alla ricerca della propria libertà ed indipendenza. Entrambe non vogliono più vivere a Mane’s Hearth, un luogo chiuso ed ostile a qualsiasi progresso tecnologico, governato da una donna che si è professata messaggera di un Dio che non esiste. San Francisco, con le sue tentazioni e la sua apparente libertà, diventa una meta ambita e anche il posto perfetto per far sì che le due gemelle possano sopravvivere e attraverso un’operazione chirurgica, ottenere due cuori senza morire.

Il legame che le unisce è indissolubile e verrà messo a dura prova quando Taema verrà accusata di omicidio e considerata membro della Ratel, un’organizzazione criminale estremamente pericolosa.
Sono sola in questa cella mentre mia sorella è a chilometri di distanza da me. Ho trascorso i primi sedici anni della mia vita a guardare da sopra la spalla di mia sorella, o con la guancia a contatto con la sua mentre osservavamo entrambe la stessa persona. A volte mi chiedo se sia stato quel giorno in cui ci hanno diviso con il bisturi a determinare il mio destino. Taema è la mia metà migliore.
Laura Lam scrive un romanzo che colpisce subito, fin dalle prime pagine è capace di immergere il lettore in un mondo totalmente nuovo che però, al contempo, mostra molti elementi che lo rimandano alla nostra realtà odierna.

La tecnologia è ai primi posti, come lo sono i rapporti umani, l’amore, gli inganni ma soprattutto il progresso e i metodi per comunicare che tanto ci dannano oggi.
Una visione architettata alla perfezione che non mostra alcuna lacuna ma che anzi si sbizzarrisce rappresentando con crude ed immediate pennellate, ciò che può accadere in un futuro neanche tanto lontano.
Interessantissimo l’aspetto dell’immaginazione e del sogno, inserito alla perfezione nella trama ricca di segreti e di inganni da svelare.

Esiste un farmaco, chiamato Zael, capace di agire nel sogno e di mettere in relazione l’individuo direttamente con il suo istinto e le sue bassezze. In altre parole, assumendo questo medicinale, chiunque può sfogare i propri istinti rabbiosi ed assassini nel sogno e al risveglio risultare una persona assolutamente calma e tranquilla, senza nessun pericolo per sè e per gli altri.
La San Francisco del futuro, per Laura Lam, è un luogo in cui non esiste criminalità proprio per questo motivo e non esiste neanche il carcere come lo intendiamo normalmente. Infatti i pochi considerati davvero pericolosi, restii persino alla terapia con lo Zeal, vengono condannati all’inattività, un incubo peggiore delle stessa vecchia condanna a morte.
Il giudice dirà che sono una criminale e mi metteranno in stato di inattività. Mi congeleranno come un ghiacciolo e allora sarà come essere morti.
Purtroppo Tila rischia proprio la peggiore delle condanne e Taema sa di doverla aiutare ad ogni costo.
La narrazione è in prima persona ma il punto di vista si alterna tra quello di Tila e di Taema. La prima racconta del passato e di come entrambe le sorelle hanno vissuto a Man’s Hearts, mentre la seconda narra molto più da vicino gli eventi attuali, quelli che l’hanno condotta a fingersi la sorella per infiltrarsi nella Ratel e scoprire quali segreti nasconde.
Mi hanno dato un’ora per rifletterci. Non posso concedermi di più. Se accetto, la mia preparazione deve iniziare da subito, in modo che ‘Tila’ non rimanga fuori dal giro troppo tempo.
Laura Lam non si fa mancare nulla e oltre all’amore fraterno, aggiunge anche quello tra Taema e Nazarim, colui che l’addestrerà e la seguirà nella sua battaglia per salvare la gemella. Insomma un distopico che non è soltanto questo, capace di amalgamare, attraverso uno stile scattante ed immediato, elementi tra i più vari senza neanche trascurare una buona dose di profiler psicologici che permettono al lettore di comprendere la natura diversissima dei caratteri di Tila e Taema. Infatti la prima è molto più irruenta, aperta e ribelle mentre la seconda è più pacata e riflessiva.

Ho amato da subito la cover che mi ha attratto immediatamente come il titolo e la trama. Le mie aspettative non sono state deluse nel trovare un romanzo completo ed intrigante, capace di dare ampio spazio ad un aspetto che amo in modo particolare, ossia il sogno. 2055 False Hearts incuriosisce e sorprende ma soprattutto non ha nulla di scontato, affermandosi come una lettura ad hoc per gli amanti del genere distopico e anche per chi vuole avvicinarsi a questo genere approfittando di un testo in cui molti sono gli elementi in gioco, dall’aspetto thriller a quello sentimentale e soprattutto legato all’amore familiare e generale. Inoltre, non dimentichiamo l’aspetto tecnologico che assume un valore fondamentale per lo sviluppo della trama e che lo rende accattivante ma anche temibile per tutto ciò che c’è da scoprire.

  

7 commenti:

  1. Buongiorno! Piacere di conoscerti! Sono diventata lettore fisso e ti ho mandato la richiesta d amicizia su Fb!Grazie per questo post! A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Shane e benvenuta! Grazie di esserti aggiunta, è un piacere averti qui! <3

      Elimina
  2. Gemellina mia.... distopia... gemelli... oddio ma oggi sei davvero il mio personale cupido ... e killer del mio portafogli! xD Con una recensione tagliente con il sottofondo di batticuore che sento forte e chiaro beh, che posso dirti se non che VOGLIO assolutamente leggere questo libro che scala subito le vette della mia wl! Il mio cuore ti ringrazia, il portafogli un po' meno ma tu ignoralo come faccio io! xD ps sei magnifica come sempre :****é*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Ely, sono sicura che ti piacerà tanto! <3 Io mi sono innamorata anche della cover e di quei colori fantastici! <3
      Non parliamo di portafogli, soprattutto in questo periodo che entrando in libreria leggo sconti qua e là! *___*
      Ma purtroppo comincia a mancare anche lo spazio! XD
      Grazie e un abbraccio grande grande :******

      Elimina
  3. Ciao!!!
    Un libro interessante! Ammetto che non è il mio genere, però ha qualcosa di speciale che mi attira! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Jasmine, grazie di essere passata! ^__^

      Elimina
  4. Ciao, questo libro mi attira molto, ma è autoconclusivo o l'inizio di una saga?

    RispondiElimina