Ultime recensioni

venerdì 29 aprile 2016

Splendi più che puoi di Sara Rattaro Recensione

Buongiorno cari lettori! La recensione di oggi è dedicata ad un romanzo scritto da Sara Rattaro, autrice molto amata ed apprezzata e pubblicato da Garzanti. E' il primo romanzo che leggo di questa autrice e ne sono rimasta favorevolmente colpita. Splendi più che puoi è una storia forte e delicata insieme, mentre leggevo ho trovato tante citazioni interessanti che mi sono appuntata, frasi perfette che racchiudono il senso di un legame e dell'amore, anche quando c'è sofferenza, anche se c'è violenza.



Titolo: Splendi più che puoi
Autore: Sara Rattaro
Editore: Garzanti
Pagine: 250
Genere: Romanzo
Prezzo: 16,90
Uscita: Marzo 2016

TRAMA


L'amore non chiede il permesso. Arriva all'improvviso. Travolge ogni cosa al suo passaggio e trascina in un sogno. Così è stato per Emma, quando per la prima volta ha incontrato Marco che da subito ha capito come prendersi cura di lei. Tutto con lui è perfetto. Ma arriva sempre il momento del risveglio. Perché Marco la ricopre di attenzioni sempre più insistenti. Marco ha continui sbalzi d'umore. Troppi. Marco non riesce a trattenere la sua gelosia. Che diventa ossessione. Emma all'inizio asseconda le sue richieste credendo siano solo gesti amorevoli. Eppure non è mai abbastanza. Ogni occasione è buona per allontanare da lei i suoi amici, i suoi genitori, tutto il suo mondo. Emma scopre che quello che si chiama amore a volte non lo è. Può vestire maschere diverse. Può far male, ferire, umiliare. Può far sentire l'altra persona debole e indifesa. Emma non riconosce più l'uomo accanto a lei. Non sa più chi sia. E non sa come riprendere in mano la propria vita. Come nascondere a sé stessa e agli altri quei segni blu sulla sua pelle che nessuna carezza può più risanare. Fino a quando nasce sua figlia, e il sorriso della piccola Martina che cresce le dà il coraggio di cambiare il suo destino. Di dire basta. Di affrontare la verità. Una verità difficile da accettare, da cui si può solo fuggire. Ma il cuore, anche se è spezzato, ferito, tormentato, sa sempre come tornare a volare. Come tornare a risplendere. Più forte che può.


Image and video hosting by TinyPic

Splendi più che puoi è il primo romanzo di Sara Rattaro che leggo e sono rimasta affascinata dal suo stile e dal suo modo di far scorrere le parole, ammaliandole tra di loro, creando sia una scrittura esclusivamente narrativa che si muove in direzione di una narrazione spazio temporale avvicinabile all’intreccio, sia una costruzione sintetica ma piena e profonda, di frasi, immediate e pungenti, scritte in corsivo, che racchiudono il senso metaforico e reale del romanzo e di tutti i grandi temi che affronta, primo fra tutti il contrasto tra amore e violenza. 
Emma è la protagonista. Una donna giovane, forte, piena di passione e di vita. Alla maggiore età decide di scappare di casa e di abbandonare gli studi per vivere nella più assoluta libertà l’amore con Tommaso, un uomo molto più grande di lei, che i suoi genitori non vedono di buon occhio. L’ostacolamento di quel rapporto da parte di tutti rende Emma ancora più sicura di volerlo vivere. E’ decisa ad abbandonare e sacrificare tutto pur di non perdere quello che considera l’amore della sua vita, un vero e proprio sogno ad occhi aperti fino a quando Tommaso, dopo dieci anni, non le dice che la loro storia è finita. Semplicemente le comunica che non la ama più e che deve abbandonare la loro casa, in altre parole, tornarsene da dove è venuta. 
Nonostante Emma sia un personaggio determinato, che non si nasconde, pieno di iniziativa e sicuramente coraggioso e capace di lottare per difendere ciò in cui crede, il distacco dall’uomo che ama si rivela come un brutto colpo che apparentemente non riesce a superare. Torna a casa dalla sua famiglia e cerca di dimenticare quell’amore così totalizzante, per il quale era stata capace di sacrificare tutto quello che aveva.
L’espressione “amore mio” è un ossimoro. Il sentimento più libero e l’aggettivo più possessivo.  
Ed è allora che compare Marco, affascinante e gentile, premuroso e accondiscendente, che sembra racchiudere in un solo colpo la soluzione a tutti i suoi problemi. Inizialmente Emma si avvicinerà a Marco esclusivamente per far ingelosire Tommaso, sperando ancora in un suo ritorno. Morale della favola? Tommaso non tornerà e lei sposerà Marco, proprio quell’uomo che subito dopo il matrimonio si rivelerà come un mostro, una persona violenta, malata, perversa, con l’unica volontà di distaccarla da tutti e di rinchiuderla in una bolla trasparente ma asfissiante fatta di botte, oppressione e dolore. Un incubo nel quale Emma è entrata da sola e che non la lascia respirare.
Le persone che ti fanno male non calpestano la tua dignità, buttano via la loro. 
La violenza sulle donne è un argomento così toccante e delicato e talmente sfruttato che è difficile affrontarlo, sia nel leggerlo che soprattutto nello scriverlo. Sara Rattaro racconta una storia vera con un linguaggio lieve e morbido, gentile e soffuso, senza però tralasciare la tragedia che sta alla base di una storia simile, perché ciò che conta, prima di tutto, è la verità. 
Splendi più che puoi è un romanzo dal titolo che mette in evidenza qualcosa che deve avvenire, un futuro possibile, un guardare verso l’orizzonte splendente della propria vita senza lasciarsi inghiottire dal buio del presente. Leggendo la storia di Emma, sono tante le domande che ci si pone, le stesse che ci facciamo quando sentiamo vicende simili alla tv. Perchè donne come Emma non reagiscono, per quale motivo arrivano a subire tali aggressioni e soprattutto cosa accade in uomini apparentemente normali, dolci e premurosi, di tanto grave da farli trasformare in mostri? 

Il libro della Rattaro non risponde a tutto questo, è un romanzo. Le domande nascono, come è giusto che sia, perché una buona lettura, una lettura che sia davvero utile, deve anche e soprattutto far riflettere, e questo romanzo ci riesce molto bene ma non aspettatevi chissà quali chiarimenti, perché quelli non li avrete. Probabilmente, le domande più importanti e gravi resteranno con il loro punto di domanda ben piantato in faccia e tutto, forse, rimarrà come prima, apparentemente. Ma solo apparentemente perché sicuramente chiunque lo leggerà, uomo o donna che sia, avrà la coscienza meno rabbuiata e più illuminata dalla conoscenza e dalla condivisione, seppur soltanto virtuale, con una storia del genere.  
Splendi più che puoi, con il suo finale e il suo titolo quasi fiabesco come tutta la copertina, ci invita prima di tutto a combattere, a non abbandonarci alla sconfitta prima ancora di averci provato. Nonostante l’indifferenza, nonostante la cattiveria, nonostante la malvagità, perché Emma ne incontra tanta sulla sua strada, la maggior parte di essa senza una giusta ragione, tutto questo non vale la sottomissione, non vale l’accettazione di una morte lenta ed inesorabile, dettata dal male che mai come in questo caso, appare ancora più banale. Sara Rattaro lascia intravedere un finale diverso rispetto a quello a cui siamo abituati e le frasi con le quali colora la narrazione, sono delle piccole lucciole volanti, che attirano l’attenzione e che si lasciano leggere e ricordare per sempre.

giovedì 28 aprile 2016

Nuova uscita Garzanti: Lo strano viaggio di un oggetto smarrito! In libreria dal 5 Maggio!




SALVATORE BASILE CI REGALA UNA FAVOLA MODERNA
PIENA DI MAGIA, EMOZIONE E SPERANZA.
UNA NUOVA VOCE ITALIANA, CHE DISEGNA UN SORRISO SUL NOSTRO CUORE.


«Un libro che, come fosse un sogno, invita a perdersi per ritrovarsi»
Chiara Gamberale


In libreria dal 5 maggio!

Pag. 250 – 16,40€

Scopri la pagina Facebook dedicata al libro: https://goo.gl/HxgdbN
Guarda il Booktrailer: https://goo.gl/3jG4sy

È la storia di un ragazzo
che ha dimenticato cosa significhi essere amati.

È la storia di una ragazza
che ha fatto un patto con la felicità,
nonostante il dolore.

È la storia di due anime
che riescono a colorarsi a vicenda
per affrontare la vita senza arrendersi mai.




Il mare è agitato e le bandiere rosse sventolano sulla spiaggia. Il piccolo Michele ha corso a perdifiato per tornare presto a casa dopo la scuola, ma quando apre la porta della sua casa, nella piccola stazione di Miniera di Mare, trova sua madre di fronte a una valigia aperta. Fra le mani tiene il diario segreto di Michele, un quaderno rosso con la copertina un po’ ammaccata. Con gli occhi pieni di tristezza la donna chiede a suo figlio di poter tenere quel diario. Lo ripone nella valigia, promettendo di restituirlo. Poi, sale sul treno in partenza sulla banchina.
Sono passati vent’anni da allora. Michele vive ancora nella piccola casa dentro la stazione ferroviaria. Addosso, la divisa di capostazione di suo padre. Negli occhi, una tristezza assoluta, profonda e lontana. Perché sua madre non è mai più tornata. Michele vuole stare solo, con l’unica compagnia degli oggetti smarriti che ritrova ogni giorno nell’unico treno che passa da Miniera di Mare. Perché gli oggetti non se ne vanno, mantengono le promesse, non ti abbandonano.
Finché un giorno, sullo stesso treno che aveva portato via sua madre, Michele ritrova il suo diario, incastrato tra due sedili. Non sa come sia possibile, ma sente che è sua madre che l’ha lasciato lì. Per lui. Ora c’è solo una persona che può aiutarlo: Elena, una ragazza folle e imprevedibile come la vita, che lo spinge a salire su quel treno e ad andare a cercare la verità. E, forse, anche una cura per il suo cuore smarrito.
Salvatore Basile ci regala una favola piena di magia, emozione e speranza. Un caso editoriale che ha subito conquistato il cuore di tutte le case editrici del mondo. Una voce indimenticabile, che disegna un sorriso sul nostro cuore.

Salvatore Basile è nato a Napoli e vive a Roma, dove fa lo sceneggiatore e il regista. Ha scritto e ideato molte fiction di successo. Dal 2005 insegna scrittura per la fiction e il cinema presso l’Alta Scuola in Media Comunicazione e Spettacolo dell’Università Cattolica di Milano.

IL CASO EDITORIALE

• Ottobre 2014 La mattina presto, mentre sorseggia il primo dei molti caffè della sua giornata, Salvatore Basile sta leggendo il giornale e s’imbatte in una strana notizia: alla stazione Centrale di Milano è stato dimenticato un polmone di acciaio e nessuno è mai andato a reclamarlo. Da quel momento rimane affascinato dal mondo degli oggetti smarriti e comincia a immaginare una storia. Sarà la storia di un bambino, un romanzo pieno di magia e meraviglia.

• Maggio 2015 Un’importante agenzia letteraria scopre il romanzo e immediatamente lo invia a tutte le principali case editrici italiane.

• Estate 2015 Lo strano viaggio di un oggetto smarrito entusiasma tutti. Parte un’asta agguerrita che dura settimane. A crederci più degli altri è Garzanti che infine si aggiudica il libro.

• Ottobre 2015 Alla Fiera di Francoforte tutti parlano di questo piccolo fenomeno italiano. Gli editor stranieri lo adorano.

• Metà ottobre 2015 Lo strano viaggio di un oggetto smarrito è ormai un caso editoriale. «Publishers Weekly» gli dedica un’intera pagina. I diritti sono venduti in tutta Europa, evento molto raro per un romanzo italiano non ancora pubblicato.

• Novembre 2015 Le vendite estere continuano nel resto del mondo. In Italia, sul web, si comincia ad attendere con trepidazione l’uscita del romanzo.

• Maggio 2016 Lo strano viaggio di un oggetto smarrito arriva in tutte le librerie italiane

Nuove uscite Newton Compton 28 Aprile!

Buon giovedì! Alcune delle nuove uscite della Newton Compton di oggi! Date un'occhiata!



Pagine: 352 Prezzo: ebook 3,99 cartaceo 9,90 Uscita: 28 Aprile


La serie più amata dalle lettrici americane è finalmente arrivata! 

Dominic vuole lei. E Dominic ottiene sempre ciò che vuole.


Dopo aver perso i genitori in un incidente d’auto, Bronagh Murphy ha deciso di tenersi a distanza dalle persone, per non dovere soffrire più in futuro. Non ha amicizie, parla poco con gli altri e gli altri la lasciano stare, proprio come lei desidera. Almeno fino a quando Dominic Slater non entra nella sua vita. Abituato a essere sempre al centro dell’attenzione e ad avere gli occhi di tutti addosso, Dominic non può accettare di essere ignorato. Eppure, a quanto pare, la brunetta dalla lingua tagliente non lo degna di uno sguardo, e questo lo fa impazzire. Tanto che quella ragazza solitaria diventa una vera e propria ossessione, ma l’unico modo per arrivare a lei è trascinarla fuori dall’angolo in cui lei stessa si è infilata…



Pagine: 256 Prezzo: ebook 4,99 cartaceo 9,90 Uscita: 28 Aprile

Dall’autrice del bestseller La mia eccezione sei tu. 
 
Daniel e Sara sono in campagna, per trascorrere la vigilia di Natale. Il clima è sereno, la coppia sembra perfetta, tanto che si comincia a parlare di nozze. Almeno fino al momento in cui Daniel non riceve dal suo agente un copione da leggere: lo vogliono come attore in una produzione americana. All’inizio tergiversa, non vorrebbe allontanarsi da Sara, ma l’occasione è troppo ghiotta, non può essere rifiutata. Vorrebbe parlarne con lei, ma gli manca il coraggio di farlo. Finché Sara non lo scopre da sola, per caso… Eppure l’uragano in arrivo tra i due non sarà certo causato da un film, ma da qualcuno che un giorno, inaspettatamente, bussa alla porta di Daniel… Allora sì che potranno arrivare i veri guai.



Pagine: 256 Prezzo: ebook 2,99 cartaceo 9,90 Uscita: 28 Aprile

«È meglio iniziare a leggerlo quando siete certi che nessuno vi interromperà.» 
 
Shadow Cove, nello stato di Washington, è il tipo di città che tutti sognano: strade pittoresche, foreste lussureggianti e piacevoli vicini di casa. Questo è ciò che Sarah ha sempre pensato, insieme al marito, il dottor Johnny McDonald. Ma troppo presto scopre che sotto l’apparente tranquillità quella cittadina da sogno non è così ordinata e quieta, e i suoi abitanti sembrano avere qualcosa da nascondere… Una sera di ottobre, mentre il marito è lontano per lavoro, una tragedia improvvisa manda in frantumi il suo mondo. Distrutta dal dolore, mentre è intenta a rimettersi in piedi, Sarah scopre un segreto scioccante che la costringe a dubitare di tutti coloro che le stanno accanto, i suoi concittadini come i suoi amici, e persino qualcuno di ancora più vicino… Una stupefacente rivelazione e un finale impossibile da intuire fanno di questo romanzo uno dei thriller psicologici dell’anno.


mercoledì 27 aprile 2016

Ovunque con te di Katie McGarry Recensione

Buongiorno cari lettori! Dopo questo lungo weekend torno da voi con una recensione di un romanzo molto bello scritto da un'autrice che è una vera garanzia quando si tratta di raccontare storie d'amore piene di passioni e di coinvolgimento: Katie McGarry con il suo Ovunque con te, pubblicato da HarperCollins! 



Titolo: Ovunque con te
Autore: Katie McGarry
Editore: HarperCollins
Pagine: 392
Genere: Romance Young Adult
Prezzo: 16,00
Uscita: Aprile 2016

TRAMA


Emily ha diciassette anni ed è felice della propria vita così com'è: genitori amorevoli, buoni amici e un'ottima scuola, in un quartiere tranquillo. Certo, non può negare di essere curiosa riguardo al suo padre biologico, quello che ha preferito unirsi a un club di motociclisti - il Regno del Terrore - piuttosto che essere genitore; questo non significa, però, che lei vorrebbe far parte di quel mondo. Quando però una timida visita si trasforma in una lunga vacanza estiva tra parenti che non sapeva di avere, una cosa le è chiara: niente è come sembra. Il club, suo padre, e nemmeno Oz, un ragazzo che ti ipnotizza con i suoi occhi blu e che può aiutarla a capire quella vita. Oz desidera una cosa sola: unirsi al Regno del Terrore. Loro sono quelli buoni. Proteggono la gente. Loro sono... una famiglia. Mentre Emily è in città, Oz glielo dimostrerà. Così, quando il padre di lei gli chiede di tenerla al sicuro da una banda rivale con un conto da regolare, per Oz è un sogno che diventa realtà. quello che non sa è che Emily potrebbe infrangerlo, quel sogno.

Image and video hosting by TinyPic

Ovunque con te è l’ultimo romanzo di una delle autrici più acclamate dopo il successo della Pushing the Limits saga, che si presenta sicuramente all’altezza della fama della scrittrice pur affrontando un background molto diverso con tematiche e argomentazioni differenti. 
Uno Young Adult con protagonisti d’eccezione perché ci troviamo di fronte un particolare club di motociclisti che però non sono dei veri e propri cattivi ragazzi, ma al contrario, rappresentano la faccia leale e generosa dei bad boys solo all’apparenza. 
Uno di essi, di nome Oz, è il protagonista insieme alla giovanissima diciassettene Emily 
La ragazza vive con la sua famiglia, madre naturale e padre adottivo, con amore e dedizione e vivendo una vita piena di affetto, di soddisfazioni tra scuola ed amicizie. La sua esistenza procede tranquilla fino a quando non deve recarsi in Kentuchy dove si trova il padre biologico che precedentemente ha visto solo una volta all’anno. E’ morta la nonna paterna che lei non ha mai conosciuto e insieme a sua madre deve partecipare ai funerali pur non provando nessuna particolare affezione per quel mondo familiare che le è sempre apparso troppo lontano. 
Eli, il padre naturale, l’ha abbandonata quando era troppo piccola per entrare a far parte del club Il regno del terrore, fatto di moto e motociclisti con rigide regole di rispetto e fratellanza. 
L’arrivo di Emily porta una ventata di scompiglio non solo nella vita di Eli ma anche di Oz e di tutti i rappresentanti del gruppo. 
La ragazza non è molto contenta di passare più tempo del previsto lontana dalla sua Florida, dalla sua vita e dalle sue amicizie soprattutto quando scopre che la nonna non è morta ma solo malata. 
Insomma, un inizio senz’altro turbolento che subito mette in evidenza la bravura e l’entusiasmo dell’autrice nel dare un volto speciale ai suoi personaggi costruendoli basandosi su una storia che non può non incuriosire e risvegliare la nostra più totale partecipazione. 
Mi chino verso di lui e Oz sale lentamente la bocca chiudendo gli occhi, come per centellinare la frizione tra di noi. Mi piace torturarlo dolcemente. Mi piace tutto quello che gli sto facendo, e anche troppo.
Emily è giovane e bella ma non per questo stupida. Ha le sue fragilità ma dimostra in più di una occasione di essere forte e determinata soprattutto in rapporto a ciò che vuole e desidera per se stessa e per la sua felicità. Oz è il ragazzo perfetto. Al di là del suo aspetto tutto muscoli e faccia da cattivo ragazzo, dietro si nasconde un cuore d’oro, dolce ed estremamente protettivo. Il suo sogno è quello di entrare nel club a tutti gli effetti e per farlo non può concedersi nessuna distrazione. Emily, a questo proposito, è la più grande distrazione che gli potesse capitare. Nonostante la sua indole tranquilla e amorevole, non riesce a non subire il fascino della bella straniera, tra l’altro figlia proprio di Eli, l’uomo che gli ha chiesto di occuparsi di lei e di tenerla fuori dai guai a costo della sua stessa vita. Ma non si tratta solo di guai, bensì di veri e propri segreti di cui Emily è totalmente all’oscuro. Segreti che riguardano la sua famiglia, il padre naturale e le motivazioni per cui lui l’ha abbandonata. 
Insomma non c’è da annoiarsi! Certamente l’aspetto più bello di tutta la storia è l’evolversi del legame tra i due protagonisti. Inizialmente sembra che tra di loro non possa esserci altro che odio e fastidio. Non si sopportano e cercano di punzecchiarsi in tutti i modi ma sappiamo bene il più delle volte questo atteggiamento cosa nasconde! E infatti in brevissimo tempo, e complice la bellezza del giovane aitante Oz e l’irresistibile fascino della piccola Emily, i due capitoleranno in una relazione che li coinvolgerà dalla testa ai piedi. Lui protettivo, forte e passionale non saprà come contrastare l’amore che prova per lei e il desiderio irrefrenabile di farla sua; d’altra parte, anche Emily non gli renderà facili le cose, perché lo tenterà come può.
Di cosa hai paura? Mi sfiora la schiena con il pollice. La stessa carezza che mi ha dato qualche settimana prima quando cercava di confortarmi in motel. Mi viene subito la pelle d’oca sulle braccia ed è una sensazione bellissima. Di te. Dimmi cosa devo fare, Emily… Dimmi cosa devo fare! Reggiti a me e quando te lo dico io, lasciati andare. 
Lo stile della McGarry è davvero emozionante. I suoi personaggi ti raccontano storie in cui sono le sensazioni ad essere le vere protagoniste. Leggendo la storia mi sono soffermata più di una volta su alcuni passi dove effettivamente era palpabile l’attrazione tra i protagonisti, la forza del corpo e della mente, i brividi sulla pelle, le emozioni così intense da essere meravigliosamente reali ed intense. 
Ovunque con te, dal titolo emblematico per una storia che non lascia dubbi sulla sua totalità e onnicomprensione dei sentimenti e delle attrazioni fulminanti, concrete ed esaltanti, è un romanzo che consiglio a chi ama le storie dolci ed intense, quelle che sanno regalarti emozioni in modo spontaneo e diretto, a quelli che apprezzano i protagonisti che si lasciano amare per la loro personalità e per il modo in cui si intrecciano così perfettamente a tutta la storia. 

Ovunque con te è come la copertina che lo rappresenta: colorato, che ricorda i tratti dell’arcobaleno, fresco e primaverile, sognante e disinibito. Nudo nei sentimenti, e privo di quella meccanicità e costrutto alienante che spesso impedisce ad una storia di arrivare all'anima. Complice uno stile semplice, privo di tratti difficili, capace di arrivare diretto al cuore pulsante delle vicende raccontate.  
Se avete bisogno di lasciarvi andare e di farvi accarezzare da un pizzico di sogno profumato nella nostra aberrante e buia realtà, leggetelo e assaporerete il gusto del brivido, non di quello violento e temibile di un giallo, ma quello di un romanzo rosa, capace di entusiasmare chi lo legge e allo stesso tempo di coccolarlo.